Siamo Banali (a.k.a Sanremo 2009, prima serata)

Quest’anno ho seriamente pensato di scrivere un post sulla serata sanremese, tipo lui, lui, lui, lui

Perché guardare la prima serata per me è sempre stata un po’ una tradizione. Anche addormentandomi tra un pezzo e l’altro (altro aspetto della tradizione). Certo in realtà  la tradizione vuole che a metà  festival io inizi a distrarmi e a fare altro.
D’altra parte Benigni ha detto tante cose belle e la maggior parte anche divertenti, però insomma se avesse preso qualche applauso in meno e avesse concluso 20 minuti prima lo spettacolo sarebbe stato bello uguale.
Che poi ha sempre fatto una figura migliore lui di Grillini, sia chiaro. E non commento oltre!

La canzone di Povia. Finalmente l’abbiamo sentita. E potevamo farne anche a meno.
Luca non era gay. Luca aveva solo bisogno di fare un po’ di terapia con uno bravo psicologo. Che mi sembra la categoria veramente insultata in questa canzone.
Luca non ha le palle di affrontare i propri problemi e si butta sulla prima storia di comodo. Poveretto il tizio che l’ha sopportato!
Poi finalmente è arrivata la salvezza per Luca: hanno cominciato a trasmettere Will & Grace. E lui si è immedesimato così tanto che ha finito per sposarsi la sua fag hag.

A proposito: ma i fischi erano (giustamente) per Povia o (giustamente) per Grillini?

Qualcuno mi dica come sta la bimba che ha aperto il festival con Bonolis.
Dopo la valletta cadavere e una carrellata di Zanicchi, Lavezzi, Al Bano, me la immagino andare da Bonolis a sussurrare “Vedo la gente morta“.

Il truccatore della Tatangelo che l’anno scorso l’ha conciata come una battona ha colpito ancora. Sto giro si è scagliato su Dolcenera versione bambola di porcellana.

Fausto Leali ha portato a San Remo la canzone che aveva proposto alla Lidl nello spot che ha invaso tutti gli spazi pubblicitari del festival.

Il vero momento tristezza della serata però è stata l’accoppiata Miguel D’EscotoMasini.
Il Presidente dell’Assemblea ONU ha detto che il mondo fa schifo e affonderemo tutti. Non senza prima ascoltare un po’ di buona musica che ci aiuta a prepararci alla lotta. Che perderemo. Grazie agli Stati Uniti che sono un popolo individualista e chi lo sa se Obama riuscirà  a combinare qualcosa.

In realtà  D’Escoto era solo un espediente per non far notare che la canzone di Masini come al solito è piena di ottimismo e felicità , e che lui l’appellativo di porta sfighe non se lo merita proprio, no no no!

Il momento dell’ospite internazionale è sempre il mio preferito.
Certo non mi aspettavo che una personalità  importante come il distorsore vocale di Cher si prestasse a duettare con i Gemelli Di Versi.

Si è vista giusto un paio di volte di sfuggita, ma Paola Folli è incinta o solo vestita male??

La canzone di Patty Pravo praticamente non l’ho ascoltata attentamente, ma lei è vecchia, decrepita ma sempre favolosa!

Evito altri commenti sui cantanti e le gag. Sono buono e ve le risparmio 😀

Appuntamento all’anno prossimo. SE ci sarà  una sessantesima edizione!

P.S: in realtà  l’unica cantante che mi interessava davvero vedere, Malyka Ayane, me la sono persa causa telefonata.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=7nUkvttCels&hl=it&fs=1]

Posted in Uncategorized.