Se telefonando…e i tradimenti

Come al solito per me trascorrere serenamente la notte è un’utopia: quando non ci si mette l’insonnia ecco arrivare le telefonate nel cuore della notte.

E non dite che dovrei spegnere il telefono la notte perché alla fine è l’unico momento che ho per sentire molta gente a cui sono affezionato, ma che vive lontana.

Però capita che anche qualcuno che sa di non dover telefonare a certi orari lo fa comunque.
E stanotte una di queste persone mi ha tenuto un paio di ore al telefono!

Cominciamo dall’inizio: qualche giorno fa una mia amica che vive in un paesello della provincia calabrese mi chiama un po’ avvilita perché la sua meravigliosa storia di amore intrapresa con un uomo sposato, in effetti tanto meravigliosa non è.
Come disse Carrie a Big (e ripetei io alla mia amica mesi prima): “I mariti non lasciano la moglie per le loro amanti”.
Così lei era risoluta a mollarlo.

un paio di giorni fa mi richiama un po’ in lacrime (un po’ TANTO in lacrime) e mi dice che qualcuno ha fatto la spia in tutto il paese per la sua storia e ora è stata etichettata come la puttana della zona.
Frase con cui è stata etichettata gentilmente anche dal padre.
E lì il suo sarcasmo non ha saputo tacere e sono finiti a lite e paroloni…soprattutto perché tutti sanno che anche lui qualche anno prima aveva un’amante 🙂

In tutto questo stanotte mi chiama una sua carissima amica (che non so come aveva il mio numero) dicendo che la mia amica in questione viene bistrattata in maniera molto pesante da tutti e che la colpa è anche mia.

Colpa mia perché sono stato il primo a saperlo e non l’ho fermata.
Colpa mia perché dovevo dirlo in giro e impedirle di compiere gesti simili.
Colpa mia perché le sono stato vicino invece di essere INDIGNATO.

Premesso che l’indignazione secondo me è uno dei sentimenti più ipocriti del mondo, mi ha fatto incavolare questa sua presunzione di decidere come io avrei dovuto gestire le mie amicizie.

Io non giustifico i tradimenti, ma questo non significa che elimino dalla mia vita chi li commette.
Erano due persone maggiorenni e sapevano a cosa andavano incontro. Se la cosa non mi tocca io offro sempre il mio appoggio agli amici incondizionatamente.

Ma andando avanti con la telefonata ho capito qual’era il vero problema che affliggeva la tipa tanto da cercare uno sfogo con un estraneo alle 3 di notte: non me l’ha detto chiaramente, ma tra le righe era chiaro che è stata lei a fare la spia in paese!

Ma il suo non era un tradimento…nooo!!

Posted in Vita Privata.