Sabato milanese…

Se per caso sabato pomeriggio avevate la TV accesa su canale 5 (lo sappiamo che siete tutti lì a guardare “AMICI”) e non su “scalo 76”, il programma musicale su rai2, vi siete persi “un grande momento” (citando Bossari).
E cioè questo:

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=Z9gIqVut9Sc&rel=1]

Io, causa malattie mentali varie, ero tra il pubblico del programma, e in effetti quel duetto di Cristina Donà  e dei Marlene Kunz è valso tre ore di trashume vario consumato sotto i miei occhi.

Puntata Renga-centrica del programma aggiungerei. Infatti il capellone è stato utilizzato in tutte le salse.
Ha fatto due canzoni, ha duettato anche lui con i Marlene Kunz su un pezzo dei PFM, è stato intervistato dalla Maugeri e ha partecipato a un dibattito-farsa moderato da Bossari.
Però dalla sua devo dire che per tre ore di programma in cui è stato utilizzato più della resident band della puntata (i Marlene appunto), è stato sempre simpatico e con il sorriso sulle labbra, e ha avuto tempo di cazzeggiare anche con i suoi fan.
Su quanto i suddetti fan mi hanno fatto paura sarebbe da aprire un capitolo a parte, ma mi limito a sottolineare che certi stati di delirio non possono essere normali. NO!
Tu, fan, non puoi fare strilletti ogni volta che lui nomina Ambra (che è stata la parola ricorrente della trasmissione tra l’altro, la nominava ovunque). Ritegno cazzo!

Certo quelli che in assoluto facevano più paura erano i figuranti.
Cioè dei truzzi da paura. Ma le donne soprattutto.
E i figuranti parlanti che dovevano fare uno sketch con Paolino…ora, se dovete parlare di come conquistare le donne, non prendete un figurante gay.
E questo commento spero che non sia arrivato fino ai microfoni, visto che stavamo ridendo della cosa con due amiche dei Marlene a tre metri da loro.

Se io avessi una TV in camera e pagassi l’abbonamento RAI, mi lamenterei fortemente per l’inutilità  di Maddalena Corvaglia.
Cioè a parte che dal vivo ti chiedi come sia fisicamente possibile che pesi 40 kg, di cui 20 di tette visto il volume, e riesca a camminare.
Comunque in effetti non è che debba fare questi gran percorsi visto che durante la diretta si limita a salutare e a dare il sito Internet.
Per il resto fa le chart dei cd e dei dvd ed è tutto registrato.

Invece la vera presenza del programma è Paola Maugeri.
Ora, io ho un’ammirazione sconfinata per quella donna, quindi per me è sempre bella, saggia e perfetta, anche se, vestita completamente in bianco e nero, mette delle zeppe rosse che la innalzano di 15 cm.
cosa utile quando sei accanto a Cristiano Godano, ma che diventa imbarazzante se invece diventi più alta di Bossari.
Ma resta comunque bella saggia e perfetta 😀
E si vedeva che probabilmente era l’unica che capiva davvero quanto fosse strano e importante avere un certo tipo di musica rock d’autore il sabato pomeriggio in casa RAI
E si vedeva che era l’unica in grado di sostenere il ritmo di un’intervista.
Ok l’adoro, l’ho già  detto? 😀

Bossari invece… per favore, evitate di farlo interagire con gli ospiti. E’ bravo a presentare ma quando ha moderato il dibattito-farsa sul p2p è stato osceno.
Ok che gli ospiti non erano da meno: Renga che non sapeva cosa dire se non “Ambra”, il presidente di EMI Italia che faceva lo gnorri sui licenziamenti, Syria che tentava di spacciare come novità  assoluta la promozione del suo cd tramite Myspace, e un quarto tizio inutile che annuiva.

Fortuna che è durata poco 😀

E che la mia vescia ha resistito per le 3 ore di diretta…che poi quando sai di non poterci andare in bagno lo stimolo mi aumenta in maniera esponenziale…ma sono il solo?

Comunque dopo la trasmissione ho rivisto (dopo tanto) Valia e Pan per un giro molto veloce (ok li ho costretti ad accompagnarmi da H&M, sono un mostro) e una cena (da un ristorante cinese che cucina delle ottime pizze, devo ammetterlo) prima di riprendere il treno per tornare a Bologna tra la nebbia 🙂

un saluto particolare allo stalker che ha cominciato a seguirmi perché pensava che io ne sapessi a pacchi di mobilità  milanese…e non lo convinceva il fatto che io spergiurassi di vivere a Bologna :O

Posted in Uncategorized.