Lui viene dalla strada

Da qualche giorno nella stazione di Bologna c’è un mega manifesto con il culo di una tizia.

Consideriamo che quello stesso spazio era occupato da David Gandy prima e dal catalogo Ikea 2009 dopo.

Insomma, io consideravo quegli spazi come un buongiorno e un qualcosa che mi metteva in qualche modo di buon umore. Ok lo so che è una cosa ridicola ma alle 8 del mattino dopo 5 ore di sonno ti aggrappi un po’ a tutto per sorridere 🙂

Invece torno dalle mie ferie e ieri quello stesso spazio è occupato da una minigonna.

Ma non è quel capo di vestiario l’oggetto della campagna, bensì il nuovo formato dell’Unità .

Apprendo da Spotanatomy che la campagna suddetta è di Oliviero Toscani, e non mi meraviglia. Però stamattina mi ci sono soffermato un attimo in più e l’ho potuta valutare nell’interezza:

unità 

Personalmente quell’immagine associata ad aggettivi come INDIPENDENTE, LIBERA, CORAGGIOSA, FORTE, GENEROSA, INDOMABILE, a me fa pensare subito a una cosa:

una prostituta che si è ribellata al suo magnaccia, ha iniziato un’attività  in proprio e si è messa a fare attivismo politico nel tempo libero.

Insomma dopo il decreto Carfagna ci sta in effetti.

EDIT: l’ho letto solo ora, ma se volete delle opinioni competenti e soprattutto interessanti su questa campagna pubblicitaria andate su D I S . A M B . I G . U A N D O

Posted in Uncategorized.