La Sindrome di Brian Kinney – Almost 30

giphy

tra tre settimane compio 30 anni.
Avevo pensato a sterminati elenchi di cose da fare prima di arrivare a quella data, Maya permettendo.
Purtroppo la mole di lavoro e impegni di questo periodo non mi lascia molto tempo per scriverla. Figuriamoci portarla a termine.

In realtà  certo di non pensarci e fingere indifferenza per la cosa, ma sento sempre quella vocina interiore che mi dice che in effetti sto superando un traguardo, volente o nolente, e che ormai quel che è fatto è fatto.

La Sindrome di Brian Kinney insomma.

Il problema è che magari è tardi per quello che non ho ancora fatto!
Che poi, pensandoci obiettivamente, non sapendo quello che non ho fatto come faccio a dire che è troppo tardi per farlo l’anno prossimo?

E’ che questa vocina interiore sembra esente dalla mia parte razionale.
Cosa alquanto nuova per me, che sono uno che pensa che nell’immediato tutto andrà  bene, pur nella consapevolezza che stiamo scivolando tutti assieme lentamente in un baratro oscuro di dolore e miseria.

Quindi la soluzione è una sola: Per il mio compleanno vedrò di zittire la vocina a suon di alcool.

Ah, visto che non avrò il tempo di organizzarla una festa, pare che degli angeli custodi ci stiano pensando al posto mio!

Posted in Uncategorized and tagged , , , , .
  • Rajven

    Sarò (di qualche giorno) più giuovane di te, ma queste pare me le sono fatte anche io. E dato che sono una persona allegra e positiva me le sono fatte del tempo fa.
    La risposta che è trovato io (e che fin’ora mi va bene) è: ognuno è a sé. Se gli altri hanno fatto determinate cose nell’età canonica, questo non esclude che tu possa farle con un’altra età e un’altra mentalità. Magari più completa di quando sarebbe stato canonico fare determinate cose.
    Tutti i dubbi e le giustificazioni che ti vengono sono, in ultima analisi (amo questo intercalare), solamente dei limiti che noi stessi ci poniamo. Per il cazzo poi. Possiamo fare quello che vogliamo e quando vogliamo, e fanculo se i nostri giudizi o quelli delle altre persone tentano di frenarci.
    Finché non vado a farmi o a fare del male, sarà sempre comunque un’esperienza illuminante, che faccia poca o tanta luce 😛

    <3