Immagini di me

La primavera sta avendo la meglio su di me, ma ce la posso fare!
Rincoglionimento, allergie e quant’altro mi tengono compagnia tutto il giorno, quindi se le pippe mentali che leggerete vi sembreranno prive di senso, colpa mia 😀

Un tema ricorrente delle chiacchiere (alcooliche per lo più) con gli amici è “che immagine do di me agli altri?”

Ultimamente noto che la una buona parte della gente che conosco la posso dividere in due categorie:
– Quelli che mi considerano buono, paziente e il miglior confidente del mondo (detta così da un amico)
– Quelli che pensano che io sia uno sporco manipolatore egoista che non guarda in faccia nessuno (secondo la mail di un’altra amica)

La verità  probabilmente è che entrambe sono visioni estreme e che io sia un grigio tra questi estremi bianchi e neri.
Un grigio che magari cambia tonalità  in base alle situazioni e alle persone.
Mi fa strano pensare che io trasmetta un’immagine estremizzata (da una parte o dall’altra) di me stesso, e non una via di mezzo.

Altra cosa a cui a volte penso (e non solo io, per fortuna) è: “Quanto conta l’immagine che gli altri hanno di me nei miei comportamenti con loro?”.
A volte mi comporto volontariamente in maniera standard con certe persone, perché “inquadrarmi” permette loro di aprirsi con me e comportarsi in maniera più naturale.

D’altra parte ho notato di avere una certa “capacità  di adattamento a quelle che sono le altrui aspettative sui miei comportamenti.
Niente pippe pirandelliane, parlo ad esempio di affrontare un discorso utilizzando certe parole o toni invece di altri, pur volendo trasmettere gli stessi contenuti che esternerei in altri modi se ci fossero altre persone di fronte a me.
Non so se sia una cosa che capita a molti (sicuramente non a tutti), ma questo “adattamento” mi viene piuttosto naturale, soprattutto con gli estranei.
Quando mi fermo a rifletterci però non riesco a immaginare come trasmettere lo stesso concetto senza “adattamento” rispetto all’interlocutore. Non riesco a trovare una versione “originale” dei miei comportamenti, per rapportarmi a me stesso.

E’ una cosa che capita solo a me?

specchio

(Ringrazio Heecabot per la photoshoppata)

Posted in Uncategorized.