Il suo amore per l’Italia

Che poi parlare troppo di politica annoia.
Ma ho l’impressione che se continua così dovrò creare una sezione per Mara Carfagna 🙂

Il nostro Ministro della Pari opportunità  ha ovviamente un blog (inizia a tremare, Gabriella Carlucci) e ha ovviamente lasciato una dichiarazione riguardo le polemiche dei giorni scorsi sul rifiuto di concedere il patrocinio ministeriale al Gay Pride.

Non riporto il testo del suo post (non si sa mai) ma andatelo a leggere dal suo blog

pubblico invece il mio commento, che attualmente è in fase di moderazione.

mi rendo conto che magari una laurea in campo scientifico rispetto alla Sua in Giurisprudenza mi rende poco adatto a dirlo, ma magari affermare che io e il mio ragazzo non possiamo pretendere “riconoscimenti simili a quelli garantiti alla famiglia” potrebbe suonare discriminatorio 😀

Poi mi scusi. Se io posso ottenere gli stessi diritti che hanno le coppie eterosessuali per altre vie a che serve il matrimonio civile? (mi rendo conto questo è un concetto che si basa molto sulla logica ma purtroppo la mentalità  scientifica mi frega).

O se preferisce: perché io devo compiere milioni di atti burocratici inutili quando basterebbe estendere i diritti delle coppie eterosessuali sposate in Comune (parlo spicciolo per evitare fraintendimenti) anche a me che sono gay?

Poi mi chiedo. Se io chiedo un diritto che mi è negato, non voglio che il suddetto diritto (ripeto per chiarezza) venga tolto a qualcun altro.
Quindi perché negarlo?

Poi se proprio vogliamo dirla tutta: io non voglio minare l’unicità  della famiglia: voglio averne una regolarmente riconosciuta con il mio compagno.

Ah se pensa che non siamo discriminati perché non fa un giro in una sede dei Vostri alleati politici di Forza Nuova?
Magari ci vada assieme ad uno dei Suoi amici gay e gli chieda di fare pubblicamente Coming Out.
Ah, ovviamente parrucchiere e visagista non rientrano nella categoria “amici”.

Spero di ottenere risposta alle mie domande perché davvero purtroppo i limiti della mia mentalità  scientifica mi impediscono di capire le Sue ragioni. E lo dico senza sarcasmo alcuno, purtroppo.

secondo voi me lo pubblicano? Ma soprattutto: secondo voi mi risponde?

Posted in Uncategorized.