I tempi che cambiano

Due giorni fa esco a fare un giro sul lungomare con L. che non vedevo da un po’.
L mi comunica che ha recentemente iniziato una relazione con una ragazza che fa l’accademia delle belle arti con la passione per la fotografia e Twilight. Dopo anni di pedinamenti a ragazzi più o meno carini e tutti caratterizzati da elevati tassi di truzzagine.
A parte un paio di battute gli dico che approvo sempre in pieno la scelta di voler provare nuove esperienze 🙂

Però non potevo immaginare che quello era solo il primo sintomo di un’epidemia.
La sera stessa infatti mi imbatto in F, un ragazzo che ho conosciuto anni fa in quei postacci di raduno di gay tra una via e l’altra del centro di Reggio Calabria.

Io: Ciao F, come stai?
F: ciao Andrea, sei tornato? Ti presento la mia ragazza, Copertura.
Io: ciao Copertura, piacere 🙂 non sapevo F. fosse fidanzato, ma come vi siete conosciuti? Com’è sbocciato l’amore?
C ah ci siamo conosciuti all’accademia delle belle arti, studio lì.
Io: . . .
F: beh scusa ma dobbiamo andare a casa di Copertura. Ci vediamo con C (ndr, il suo amicone storico di chiacchiere nelle vie del centro di cui sopra), che da poco si frequenta con sua sorella, Apparenza.
Io: Ah sì, C me lo ricordo. Salutalo! Serata casalinga quindi?
F: sì andiamo a vedere Twilight in blue ray. inauguriamo la playstation 3 che abbiamo comprato per il compleanno di Apparenza.
Io: divertitevi tanto!! e auguri ad Apparenza. Ma anche un po’ a Copertura!

Qui le cose sono due: o mi sono perso la nuova moda dei gay reggini, o Twilight lancia dei messaggi subliminali che non ho colto.

Posted in Uncategorized.