harmony (con i vampiri) sul grande schermo

(citazione del titolo presa spudoratamente da questo ometto, quindi se siete fan della saga metà  degli insulti che riceverò su questo blog li devolverò in beneficenza a lui)

Ieri sera dopo una vita di assenza, ho rimesso piede in una sala cinematografica!
E’ stato emozionante devo dire. Io ho sempre amato il cinema.
Soprattutto se prima di vedere un film come Twilight mi faccio una birra e due spritz con due amici.
Quello che ricordo del film è circa questo (attenzione, potrebbe contenere spoiler):

Ciao io sono Bella. E devo tirarmela, perché sono anche una figa di legno.
Dato che sono degna figlia di mia mamma, lei se ne va in giro per l’America con uno gnocco 10 anni più giovane mentre io vengo sbattuta in un posto pieno di alberi alti(che dovrebbe sembrare Twin Peaks, ma si scopre essere la versione povera di Capeside). Ma io sono figa di legno quindi mi trovo a mio agio. Tranne che devo far vedere che sono anche come mio padre quindi mi atteggio a silenziosa creatura a cui non piace avere rapporti umani con la plebaglia.

Però vivere qui è un po’ una fregatura perché non sono più quella più bianca, più gnocca e più strana/da invidiare.
No, ci sono ragazzi più fighi, più ricchi, e più alla moda che vivono in una comune. Toh ce n’è uno single, e devo incrementare la mia popolarità . Quindi comincio a sbatterglierla in faccia finché non scopro che:
– è un vampiro (tramite un libro che potevo comprare online, ma no, andiamo a cercarlo in un posto lurido e malfamato)
– Io ho la testa talmente tanto vuota che lui non riesce a leggermi i pensieri
– L’essere vampiro comporta talmente tanti gadget fighi, tipo il colore degli occhi che cambiano in base al vestito che vuoi indossare o il corpo glitterato, che sarà  la moda del futuro.

In tutto ciò il mondo esterno mi lancia chiari segnali che il mio migliore amico peruviano, che però sostiene di essere un pellerossa, tra un po’ diventa un lupo mannaro e mi si vuol fare, ma sono impegnata a fare la lolita della situazione con il vampiro 90enne.

In compenso mi porta dalla sua famiglia dove tutti chiaramente mi accolgono a braccia aperte (tranne la bionda, ma vabbè) e scopro che ha una “sorella” sensitiva. E il loro attaccamento a me non mi a minimamente pensare che prima o poi sanno che io divento come loro. Nooo!
E mi porta sugli alberi alti. E fa lo stalker. E mi guarda mentre dormo. E la trovo una cosa tanto romantica e neanche minimamente inquietante.

E mio padre, che stupido non è ma quasi, mi da uno spray al pepe per difendermi da un animale che sta ammazzando i suoi amici, una cosa di un logico…!
Fortuna che invece è un vampiro che cerca di far fuori anche me, perché sono una figa di legno e devo essere al centro dell’attenzione. Che con lui lo spray al pepe fa un grane effetto!

Insomma finisce tutto con un ballo in cui imploro Edward di togliersi il fondotinta e fare cosacce sul patio di una villa X che non si sa bene da dove compaia.

Notevoli alcune perle trash che volevano riprendere evidentemente alcuni passi importanti del libro, come la scena in cui lei si piazza davanti a un ventilatore e fa arrivare il suo odore a lui.

Onestamente mi aspettavo molto di peggio, però è davvero ridicolo da vedere e alcune parti fanno letteralmente acqua. Quindi non ho potuto che adorarlo 😀

Posted in Uncategorized.