Di seguire la kermesse non ne ho voglia per nulla…

però la prima serata bisogna seguirla.
Soprattutto se il ragazzo del tuo coinquilino si offre di cucinare una cena buonissima per accompagnare la serata 😀

E il festival ha inizio.

Partiamo con le mani di Morandi attaccate a quel corpicino che ha intonato “Nel blu dipinto di blu”.
E l’ha eseguita in tutti gli stili musicali possibili.
No dai siamo onesti, non ha fatto la parte Hip-Hop.

Lasciamo perdere i siparietti Chiambretti-Baudo, anche perché tra una canzone e l’altra ci perdevamo in commenti su tutt’altro, accompagnandoli al vino.
Finalmente dopo mille mila ore ecco apparire il primo cantante.
Ah no è solo a href=”http://it.youtube.com/watch?v=Wb9Ytkj4AiQ” target=”_blank”>Meneguzzi, che ci informa della sua gerontofilia con la canzone “Grande” (non “Grande Grande Grande” di Mina, attenti)

Finalmente vengono introdotte le vallette.
Cioè una valletta.
Sono andati al risparmio quest’anno e hanno deciso di alternarle ogni sera per pagare di meno.
Ieri sera era il turno di una tizia che probabilmente non rivedremo più perché ha rivelato in diretta TV di aver fatto carte false per arrivare lì.
Nel senso che ha falsificato il permesso di soggiorno dicendo che è una domestica.

Dopo Meneguzzi arriva una delle canzoni che mi sono piaciute di più, “Basta” di L’Aura. Poi quelle mani, quella mimica…lascio la parola ad Alebino su di lei 😀

Toto Cutugno…mi chiedo solo di cosa si sia fatto prima di salire sul palco :O

Franie Hi Nrg era parecchio sottotono invece secondo me…e la canzone gliela deve aver scritta Valeria Rossi viste le rime scontate.

Fabrizio Moro mi ha solamente annoiato, non lo cerco neanche.

Invece arriviamo al top-trash della serata.
Anna Tatangelo, ribattezzata Ri-Anna dal sottoscritto, non per il taglio di capelli che nell’ultimo cd la faceva assomigliare a quell’altra, ma perché pareva completamente rifatta.
Ok scusate so che sono cattivo. E’ completamente rifatta. Ma quelle tette?? Baudo ha anche tentato di dire che l’ha scoperta lui ma se ne è pentito subito.
E la canzone… 4 minuti di cliché sul suo truccatore (che evidentemente non ha gradito visto il fondotinta che le ha applicato) che l’ha descritto come una travona gerontofila.
Mi viene da chiedere se il suo amico in realtà  non sia Meneguzzi.
Aspettavamo i fuochi d’artificio quando parlava di Dio.

Zarrillo…ma ha cantato? boh forse ero al cellulare

Eugenio Bennato (di cui non trovo il video) si è presentato con la tua tarante, e tutti pensavamo che Bianca Guaccero uscisse in quel momento per ballarla.

Finalmente Max Gazzè. Canzone bella bellissima al solito suo. Al primo ascolto però ho capito quante Esse contiene la lingua italiana.

Ed eviterò di commentare anche Tricarico che era davvero sottotono.

Da qualche sono comparsi i nuovi Zero Assoluto ma meno carini e probabilmente accoppiati tra di loro, i Milagro

Poi ho visto anche un figlio di Pooh osceno però caruccio.

E i Frank Head che non mi sono dispiaciuti (e poi dopo Tosca l’anno scorso ci voleva qualcuno che dicesse sillabe a caso nel ritornello)

e un gruppo di 14enni con una canzone che era un miscuglio di sonorità  di Meneguzzi e Renga (tali Melody Fall)

E stasera sarà  il turno della Bertè tra gli altri.

E ovviamente io sarò da tutt’altra parte.
Perché è la prima serata quella che si guarda.

EDIT: ho dimenticato di parlare dell’ultima “giovane” della serata: Giua, definita come la Tori Amos italiana.
Io comincerei a paragonarla a Teresa De Sio intanto, volendo essere buoni.

Ma che poi scusate fate cantare lei e non la Donà ?

Posted in Uncategorized.