A proposito del post precedente

ok mi rendo conto che non era molto chiaro, sorry.
Era un “semplice” riferimento ai miei problemi coniugali.
Problemi che da mesi tentavamo di risolvere con scarsi risultati.
E come conseguenza della cosa, ieri mattina abbiamo deciso di chiudere la nostra relazione.
Ora, trascorsa una notte semi-in-bianco dopo una serata con 5 amici che tentavano di distrarmi, seguita a una giornata di pianti e pensieri confusi, posso dire che è stata davvero una decisione del cazzo.
Insomma, le ragioni per discutere c’erano e sicuramente per lo più sono anche valide da parte di entrambi.
Però in prospettiva adesso mi sembrano tutte stupidaggini e l’unica cosa a cui penso è che ho bisogno di lui.
Non perché da solo non ce la farei, ma perché non voglio stare senza di lui. L’amore non è tutto in una relazione e lo so bene, però…
La mia pecca in questa relazione è d essermi dato troppo trascurando altre cose, e a lungo andare ho cominciato a pretendere più presenza in periodi in cui lui chiedeva più spazio per non annaspare nei suoi casini
Insomma tutte queste pippe mentali per dire che attualmetne la mia prospettiva su questa “separazione” è che questo periodo lo voglio usare per lavorare un po’ su di me per ricorstruirmi come persona, sperando che questo aiuti a ritornare assieme a lui con una volontà  rinnovata per risolvere i problemi.
E comincerò con una visita alla Virgin

P.S: se anche a voi dovessero capitare questi tipi di problemi ho un elenco di persone da cui NON andare per farvi consolare.
A partire da mia madre (sì ok ieri ero alla frutta e l’ho chiamata per dirglielo) e il suo lapidario “sono cose che capitano”.
(ok io mi aspettavo un “tu hai torto e Matteo ha ragione”…così è stato destabilizzante)

Posted in Uncategorized.